Svolgere delle attività ricreative durante la giornata è essenziale per tutti, indipendentemente dalle proprie capacità fisiche o mentali. Può aiutare ad essere più autonomi e promuove l’inclusione sociale. Contribuisce, inoltre, a mantenere la mente attiva e a migliorare la qualità della vita. Le persone con disabilità possono scegliere tra tantissime attività, per dedicare un momento a se stessi oppure passare del tempo con la propria famiglia. Con questo articolo vogliamo fornirvi di 8 idee di attività ricreative facili da svolgere ogni giorno. 

1. Giardinaggio  

Il giardinaggio può essere un’attività ricreativa che offre una moltitudine di benefici sia come sviluppo terapeutico che per migliorare l’autonomia e le capacità motorie delle persone con disabilità fisiche. Può essere molto utile anche per le persone con disabilità intellettive, in quanto aiuta a controllare i sentimenti violenti, induce la calma e aumenta le capacità di apprendimento. 

Benefici del giardinaggio per persone disabili: 

Il giardinaggio è un eccellente metodo di terapia e riabilitazione per le disabilità motorie e cognitive. I benefici associati alla cura di piante e giardini sono numerosi: 

– Migliora efficacemente le capacità motorie 

È l’ideale per le persone con difficoltà motorie e di apprendimento, perché permette loro di lavorare con le proprie mani e di concentrarsi su un unico obiettivo, quello di mantenere le piante ben curate.

– Aiuta a controllare l’aggressività e l’ansia 

L’ansia, lo stress e i pensieri possono essere alleviati grazie al contatto con la natura. 

– É uno strumento per rafforzare l’autostima 

l giardinaggio migliora la fiducia in se stessi e stimola l’iniziativa e la creatività. Inoltre, nel caso di persone con problemi relazionali, aiuta a sviluppare una maggiore comunicazione e a lavorare in gruppo per raggiungere un obiettivo comune. Pianificare e realizzare un progetto porta la persona a sentirsi utile nella società, il che aumenta la sua fiducia, riduce l’ansia e aumenta la produttività. Oltre ai benefici per la salute e la psicologia, il giardinaggio può essere molto utile a livello fisico: per le persone con problemi di mobilità può essere una buona terapia, in quanto le costringe a eseguire movimenti che permettono di far lavorare i muscoli e di rafforzarli: prendendosi cura delle piante, si è costretti a piegarsi, alzarsi, a prendere dei pesi, a fare stretching, ecc.

 

2. Pittura

La pittura può avere diversi effetti sulla persona che pratica questa attività: calma la mente, aumenta la concentrazione e la creatività, oltre a fornire molteplici benefici a livello motorio e mentale. Risulta essere un’attività ideale per i disabili. Dipingere può diventare un modo per esprimersi. Le persone disabili possono utilizzare l’arte come mezzo di comunicazione per esternare dei vissuti difficili da comunicare a parole. I ricordi vengono raccontati in chiave visiva, entrando in contatto con il subconscio. Attraverso la pittura, le persone con disabilità possono liberare emozioni come paura, ansia, rabbia, che faticano a comunicare con le parole, trovando una nuova dimensione grazie alla stesura del colore sulla tela.

La pittura può diventare una vera e propria terapia per:
– Persone con problemi motori
– Persone che sono impossibilitate a esprimersi verbalmente
– Persone con disabilità mentali e cognitive
– Persone affette da autismo

Per coloro che soffrono di capacità motoria ridotta, il Seggiolone Basculante Polifunzionale Mia Medical Italia può essere una buona soluzione per permettere di svolgere delle attività ricreative, grazie al suo sistema di postura funzionale: alla persona viene garantito un cambio di postura costante, consentendogli quindi il posizionamento corretto in base alle proprie necessità. 

Seggiolone basculante polifunzionale

3. Giochi da tavolo

I giochi da tavolo possono essere molto utili per i disabili. Tra i vari benefici apportati da questa attività, uno dei più importanti è lo sviluppo delle abilità sociali, in quanto molti prevedono il gioco di squadra. In questo caso, la competizione tra diversi gruppi costringe a prendere decisioni collettive, stimolando la fiducia reciproca, essenziale per vincere.

I giochi da tavolo possono aiutare a migliorare la fiducia in se stessi, perché così come nella vita, obbligano a prendere decisioni fondamentali in situazioni di dubbio, costringendo la persona ad assumersi il rischio di fallire davanti a una decisione sbagliata. Questo porta a sviluppare un maggior senso di responsabilità e di autostima. 

4. Sport

Al giorno d’oggi, la maggior parte degli sport che conosciamo può essere praticata dai disabili. Tenendo conto del tipo di disabilità, saranno necessarie diverse modifiche. Alcuni sport come l’equitazione, il nuoto in piscina o la pallacanestro adattano le loro regole e le modalità di pratica a seconda del grado di disabilità. Attenzione, sport adattato non significa più facile o di livello inferiore! Lo sport adattato permette alle persone con disabilità fisiche o intellettive di praticare diverse discipline, ma non abbassa il livello di competizione o di difficoltà. 

Quali sono i benefici dello sport? 

Lo sport apporta benefici a tutti, indipendentemente dalla propria condizione fisica. 

Benefici fisici: 

aumenta la circolazione, sviluppa i muscoli, perfeziona l’equilibrio e la coordinazione. La nostra condizione fisica migliora, così come la resistenza, la forza, la mobilità e la velocità. 

Socializzazione: 

lo sport è molto efficace per l’inclusione sociale. Uscire di casa, fare amicizia e far parte di una squadra può essere difficile per le persone con mobilità ridotta o altre disabilità. Gli esseri umani, per natura, sono animali sociali e il contatto con gli altri stimola positivamente aspetti fondamentali dello sviluppo della personalità. Il contatto crea abilità sociali, relazioni di cooperazione, riconoscimento, tolleranza, empatia e lavoro di squadra.  

– Benefici psicologici: 

lo sport aiuta ad accresce lo spirito di auto-miglioramento, l’auto-disciplina e auto-approvazione. Inoltre, per le persone con disabilità crea una sensazione di utilità e di riconoscimento delle proprie capacità e abilità. Migliora anche l’autostima, in quanto genera una buona percezione di sé stessi, perché ci si sente soddisfatti di essere riusciti a fare ciò che ci si era prefissati.  

– Benessere vitale: 

secondo l’OMS, lo sport è il miglior rimedio per molte malattie e migliora la qualità della vita di tutti noi. 

5. Cucina

Un’altra attività che si può fare se si ha una disabilità fisica è cucinare. Le possibilità sono infinite ed è un intrattenimento molto utile. In questo senso, dobbiamo avere uno spazio adattato se la persona si muove su una sedia a rotelle.

Infatti, la cucina è uno degli spazi della casa a cui si decide più facilmente di dire addio quando vi è una disabilità. È frequente che essa rappresenti una difficoltà a causa delle barriere architettoniche, per cui è essenziale per la “riconquista” di questo luogo adattare e ridistribuire lo spazio stesso.

Tuttavia, in molte occasioni questo non è sufficiente per raggiungere l’autonomia della persona in cucina. Entrano in gioco molte altre variabili, come l’abilità e la destrezza personali, che dipendono dalle difficoltà senso motorie, la conoscenza dei diversi ausili tecnici e dei prodotti di supporto disponibili sul mercato, nonché la formazione per il loro corretto utilizzo e, soprattutto, la motivazione e la fiducia nelle proprie capacità. 

6. Ascoltare la musica 

Ascoltare la musica è un’attività ricreativa che può essere svolta in qualsiasi momento ed è molto utile per promuovere la comunicazione e le relazioni, l’apprendimento, l’espressione e anche per migliorare i bisogni fisici ed emotivi della persona.

Non serve solo come sviluppo psicologico, ma anche per lo sviluppo motorio, in quanto le persone con disabilità fisiche possono migliorare le proprie capacità motorie eseguendo diversi esercizi di movimento e coordinazione attraverso il suono.

Numerosi studi confermano che la musica produce effetti benefici sui sistemi sensoriali, cognitivi e motori, e per questo stimola la creatività, il pensiero, il linguaggio, l’apprendimento e la memoria. La musica produce anche un effetto “sedativo” o di rilassamento che aiuta a ridurre l’ansia e gli stati di stress e nervosismo, il che può essere particolarmente utile nelle terapie di riabilitazione fisica ed emotiva.

A livello generale, possiamo distinguere i benefici della musicoterapia su tre livelli: 

Livello cognitivo

La musica aumenta la capacità di apprendimento e di orientamento e migliora la capacità di attenzione e concentrazione. 

Livello fisico

La musica aiuta a mantenere la mobilità delle articolazioni e rafforza la muscolatura attraverso il rilassamento e la riduzione dei livelli di ansia. L’interiorizzazione del ritmo, del battito o della melodia influisce anche sulle capacità fisiche delle persone, migliorando la loro risposta corporea agli stimoli, il loro equilibrio e le loro capacità motorie. 

Livello emotivo

La musicoterapia soddisfa il bisogno di svago e di evasione e rafforza le interazioni sociali aumentando l’autostima, migliorando le abilità sociali e aiutando a prevenire l’isolamento. 

7. Leggere storie o ascoltare audiolibri 

Tutti amano le belle storie. La lettura è una delle poche attività per disabili che si possono fare da soli, ma leggere a un’altra persona è un’attività che crea un legame: è possibile aggiungere il proprio tocco personale alla narrazione, enfatizzando alcune parti della storia o regolando la voce in base agli eventi della storia. È quindi l’attività perfetta da svolgere in famiglia. Scegliere di ascoltare un audiolibro, invece, può rivelarsi una soluzione alternativa divertente. Indipendentemente dal fatto che si scelga di leggere un libro o di ascoltare un audiolibro, esistono molti generi e tipi di libri che variano per lunghezza. Si può trovare, quindi, sempre qualcosa per tutti i tipi di gusti. 

8. Passare il tempo con gli animali  

A chi non piace giocare con gli animali? Tutti sappiamo quanto possa farci sentire meglio tornare a casa dopo una stressante giornata di lavoro e trovare il nostro amico a quattro zampe pronto ad accoglierci. Anche per un disabile, la compagnia di questi essere viventi può rivelarsi come un’attività terapeutica, perché è in grado di migliorare lo sviluppo cognitivo e di sviluppare l’emotività e l’empatia e insegna a prendersi cura di una creatura diversa da sé e a rafforzare la fiducia in se stessi. É proprio questo il principio della pet teraphy, che soprattutto con i cani si rivela molto efficace. Il contatto fisico con un animale produce endorfina e dopamina, utili a ridurre lo stress e dare emozioni positive.

Conclusioni

Svolgere delle attività è molto importante per le persone disabili. É fondamentale trovare quella per cui si è più portati, per dare sfogo alla propria creatività e dare modo a sé stessi di comunicare ciò che spesso viene difficile esprimere a parole. Vogliamo ricordare che cimentarsi un’attività in compagnia è molto importante, soprattutto se si tratta di un famigliare, in quanto questo può contribuire al benessere generale di tutta la famiglia.

Da Mia Medical Italia, siamo sempre disposti a fornire una consulenza gratuita per ascoltare i bisogni dei nostri clienti. Compila il form e ci rimetteremo subito in contatto con te. 

es_ESEspañol